Via Provinciale per Finale, 135 - 44035 - Formignana (FE)

Trasporto alimenti in territorio nazionale: 10 cose da conoscere

  1. Che cos’è il trasporto alimenti?

Il servizio di trasporto alimenti che offrono diverse aziende sul territorio nazionale, non è altro che un servizio mediante il quale vengono trasferiti i prodotti alimentari da un luogo a un altro, per esempio da il luogo di produzione al luogo di vendita.

Questo genere di servizio è disciplinato dalla Legge 30 Aprile 1962 n.283 (Disciplina igienica della produzione e della vendita delle sostane alimentari e delle bevande).

  1. Cosa devo fare per poter trasportare generi alimentari?

Per il trasporto di prodotti alimentare è necessario presentare un documento di Notifica Inizio Attività (N.I.A.) per ogni mezzo che verrà utilizzato a questo scopo.

Solitamente i mezzi da registrare sono:

  • I veicoli adibiti al trasporto di alimenti surgelati per la distribuzione ai dettaglianti

  • Le cisterne e i contenitori adibiti al trasporto dei prodotti alimentari sfusi

  • I veicoli adibiti al trasporto delle carni h e congelate e dei prodotti della pesca e congelati.

 

  1. A chi presentare la Notifica di Inizio Attività?

 

La Notifica di Inizio Attività (N.I.A.) deve essere presentata esclusivamente per via telematica presso lo Sportello Unico per le Attività Produttive – SUAP del Comune di residenza del titolare del mezzo di trasporto. Con tale notifica, il titolare del mezzo dichiara che il mezzo possiede i requisiti minimi dettati dalla norma per il trasporto di alimenti e che è al corrente di dover mettere in atto le procedure operative contemplate del manuale di autocontrollo.

 

  1. Quali requisiti rendono un veicolo idoneo a tale utilizzo?

Il trasporto di sostanze alimentari deve avvenire con mezzo igienicamente idoneo e tale da assicurare una adeguata protezione delle materie trasportate, evitando insudiciamento o altro danno che possa derivare alle sostanze alimentari.

  1. Quali obblighi e divieti sono imposti su tali veicoli?

È obbligatorio provvedere alla pulizia del mezzo utilizzato. È vietata la promiscuità di carico di sostanze alimentari con altre sostanze alimentari e non che possono modificare le caratteristiche dei prodotti o inquinarle. Tra un trasporto e un altro le cisterne e i contenitori devono essere sottoposti alle operazioni di pulizia e disinfezione con mezzi idonei.

  1. Quali sono le normative igienico-sanitarie da rispettare?

Il servizio di trasporto alimenti sul territorio nazionale rientra tra quelle attività che sono disciplinate dal “Pacchetto igiene “, ovvero un insieme di regolamenti comunitari ai quali tutti gli operatori del settore alimentare devono attenersi. Questo pacchetto di norme è mirato a garantire un elevato livello di tutela della salute dei cittadini, assicurando l’immissione di alimenti sani e sicuri sul mercato alimentare

  1. Come avviene il trasporto?

Come anticipato di sopra, avviene tramite mezzi adibiti al solo trasporto di alimenti. Questi mezzi hanno come obbligo quello di mantenere una certa temperatura adatta a conservare al meglio la merce durante il trasporto. Entra qui in gioco la Catena del freddo.

  1. Che cos’è la Catena del freddo?

La Catena del freddo non è altro che una serie di regole e procedure il cui fine ultimo è quello di preservare la qualità del prodotto, dalla produzione alla vendita.

Una rottura di questa Catena potrebbe provocare una riduzione di durata del prodotto rendendo non veritiera la data di scadenza indicata sull’etichetta del prodotto.

  1. Che temperatura devono mantenere gli alimenti durante il trasporto?

I veicoli adibiti a questa tipologia di trasporto devono essere muniti di un indicatore di temperatura interna di refrigerazione per effettuare i dovuti controlli; l’allegato “C” del D.P.R. 26 marzo 1980 n. 327 fissa infatti una serie di prescrizioni relative al mantenimento delle temperature durante il trasporto di precise sostanze alimentari.

  1. Quali documenti viaggiano accompagnati ai prodotti alimentari?

IL documento per eccezione è il DDT, ovvero il Documento di Trasporto nel quale è indicato la quantità e le caratteristiche del prodotto ceduto, assieme all’indicazione di tempo e modalità di pagamento, le quali possono variare in base alla tipologia di prodotto trasportato (più o meno deteriorabile).

 

Contattaci senza impegno per un preventivo



Richiedi informazioni

Richiedi informazioni

Concedo il consenso *