Via Provinciale per Finale, 135 - 44035 - Formignana (FE)

Prodotti surgelati: La logistica alimentare del consumatore finale

La surgelazione è decisamente il miglior metodo di conservazione di un alimento: la pratica di conservare i cibi con il freddo viene utilizzata per prevenire la formazione di microrganismi che ne andrebbero ad alterare la qualità e potrebbero causare intossicazioni alimentari o altri malesseri.


La Catena del Freddo, cioè la serie di procedure, regole e tecniche che servono a preservare e garantire la massima qualità del prodotto, deve essere rispettata da produttori e distributori per ogni fase del prodotto. Conoscere gli aspetti legati alla catena del freddo è fondamentale per gli i professionisti del settore, ma diventa molto utile anche al consumatore finale per informarsi sulle caratteristiche degli alimenti che acquista e cucina.


Infatti, una volta che il prodotto è arrivato sui banchi di un supermercato spetta solo al consumatore adottare qualche piccolo accorgimento per trasportare il cibo surgelato fino alla propria abitazione. Una delle tecniche più comuni è ricordarsi di acquistare i surgelati per ultimi, poco prima di arrivare alla cassa e se è possibile di trasportarli all’interno di una borsa termica apposita. Queste piccole accortezze eviterebbero che i prodotti si scongelino durante il tragitto, perché se il prodotto venisse esposto ad alte temperature prima di essere riposto nel surgelatore si rischierebbe la formazione di batteri.


Tutti i prodotti che acquistiamo devono essere venduti in confezioni chiuse dal fabbricante e preparate con un materiale idoneo a proteggere l’alimento da possibili contaminazioni. Su ogni confezione poi troveremo un’apposita etichettatura che dovrà comunicarci la scadenza e l’origine del prodotto.
Al contrario di altri cibi, i prodotti surgelati mostrano tratti di incuria che, se il consumatore è attento, possono fargli capire le sue condizioni: la presenza di molta brina sulla confezione, ad esempio, può indicarvi che il prodotto ha subito un cambio di temperatura che potrebbe aver danneggiato la sua qualità.


Non appena il consumatore arriva a casa, la prima cosa che dovrebbe fare è riporre immediatamente i surgelati acquistati nel freezer; un trucco per garantire che tornino a temperature vicino ai -18° velocemente è di posizionarli, ove possibile, in cassetti diversi. Inoltre, sebbene sia possibile conservare i cibi in freezer per alcuni mesi è anche bene ricordarsi che non sono eterni e di assicurarsi di consumarli comunque in un lasso di tempo ristretto e rispettando ovviamente la data di scadenza impressa sulla confezione.


All’interno del freezer è impossibile che si formino batteri, ma questo non vuol dire che col passare del tempo il prodotto non possa comunque subire un deterioramento. Ad esempio, se passano troppi mesi, i cibi surgelati potrebbero arrivare a disidratarsi oppure a modificare la loro struttura interna, rischiando così di non essere più commestibili.


Converrebbe inoltre tenere nota di quali prodotti vi abbiamo riposto e in che data in modo da consumare ogni prodotto nel giro di poche settimane ed evitare di trovare nascosto sotto agli altri prodotti quel contenitore di pesce che avevate “smarrito” lo scorso anno.


I prodotti surgelati, nonostante la loro durevolezza nel tempo, sono definiti comunque prodotti “fragili” ed è nel nostro interesse rispettarne la loro integrità.
 

Contattaci senza impegno per un preventivo



Richiedi informazioni

Richiedi informazioni

Concedo il consenso *